Dicono di noi

Il Messaggero (2012)
Il Messaggero (2012)

Visita del ministro dell'agricoltura Mario Catania a Civita Castellana.
A ospitare il numero uno del dicastero delle Politiche agricole, è stata la Fattoria Lucciano di Ovidio Profili, tra le più apprezzate e conosciute aziende biologiche d'Italia, dove erano i corso le riprese televisive della trasmissione Linea Verde di Rai 1.
La scielta della Fattoria Lucciano non è stata casuale: funge da centro pilota per l'agricoltura ecocompatibile in collaborazione con la Facoltà di Agraria della Tuscia di Viterbo.

Leggi articolo "IL MESSAGGERO" 2012

Il nuovo Corriere Viterbese
Il nuovo Corriere Viterbese

Per la Fattoria Lucciano la filiera corta non è più un utopia. Se n'è resa conto la troupe di Linea Verde e il ministro dell'agricoltura Mario Catania che hanno fatto visita alla pionieristica azienda.
Giunti sul posto ci si rende conto del perchè la televisione di Stato e lo stesso ministro Catania siano stati affascinati dall'azienda. Si ha la sensazione di avere a che fare con una realtà nella quale tutte le scielte vengono fatte in funzione del rispetto dell'ambiente. Il cartello all'ingresso poi la dice lunga: "Azienda pilota per l'agricoltura ecocompatibile".

Leggi articolo "Il nuovo Corriere Viterbese"

Libero
Libero

"Il nostro è un prodotto biologico di alta qualità, fatto con passione e massima cura e lo possiamo vendere a un prezzo al quale nei supermercati si può comprare un prodotto convenzionale". Così Ovidio Profili spiega il successo della sua azienda agricola, che da anni ha puntato tutto sulla vendita diretta dei propri prodotti.
"L'idea mi venne quando da ragazzo accompagnavo mio nonno a vendere i nostri prodotti ai negozianti e nei mercati: mi chiedevo come mai fossero sempre i commercianti a fare il prezzo, sia quando noi vendevamo i nostri prodotti sia quando compravamo i loro da semplici consumatori. Così quando ho iniziato a lavorare attivamente nell'azienda di famiglia ho lavorato per convincere tutti della necessità di vendere direttamente ai consumatori. E così è stato."

Leggi articolo "Libero"

"Il Buon Paese" edizioni Slow Food (2010)

Mangiano solo foraggi prodotti in azienda, pascolano all'aperto in ogni stagione e possono muoversi anche in stalla: sono le vacche di razza Bruna della Fattoria Lucciano; pioniere dei metodi biologici che pratica su tutta l'estesa superficie aziendale. La tenuta comprende 150 ettari tra bosco ceduo, noccioleto, pascolo-coltivato con rotazione quinquennale a mais, orzo, piselli da granella -, vigneto e oliveto. Nel caseificio annesso si producono ottimi formaggi prevalentemente a pasta filata: mozzarelle, caciotte, scamorze, ptovoloni, caciocavalli. Formaggi, carni, olio, vino e nocciole si possono acquistare in azienda; è previsto anche un servizio di consegna a domicilio.

Corriere di Viterbo  2009
Corriere di Viterbo 2009

Sorge in un luogo incantevole la Fattoria biologia Lucciano:immersa nel verde  rigoglioso della Valle del Tevere, in una terra che accoglie l'uomo da tempi immemorabili. Ed è proprio dall'incontro di questa terra piena di memoria con la passione per l'agricoltura biologica dei coniugi Ovidio e Paola Profili che dal 1989 prende vita la scelta diconvertire l'attività di famiglia in una pratica agricola per ottenere prodotti alimentari di elevata qualità, nutritiva e organolettica, nel massimo rispetto dell' ambiente.    

Leggi articolo "Corriere di Viterbo" 2009

L'eccellenza nel settore agroalimentare
1° Rapporto Nazionale sull'eccellenza nel settore agroalimentare

Nel sistema Italia, il comparto agricolo e quell agroindustriale svolgono un decisivo ruolo economico e sociale, che trae origine dal legame inscindibile con il territorio.
Il ruolo fondamentale del settore alimentare nell'economia nazionale trova conferma nei dati di base del 2007, elaborati da Federalimentare su rilevazioni Istat.

 

Leggi articolo

Gambero Rosso
Gambero Rosso

Piccoli orci antichi appena dissotterrati in qualche scavo archeologico? Bombe rudimentali in ferro arruginite dal tempo? A primo sguardo i caciocavalli della Fattoria Lucciano si presentano così, oggetti misteriosivenuti da chissà dove. Lo confessiamo. Anche noi, quando li abbiamo visti la prima volta in mostra, abbiamo avuto un attimo di incertezza. Ma il naso non tradisce, e subito dopo l'aroma il sapore ci ha intrigato. E ci ha fatto venire la curiosità di conoscere cosa c'è dietro questi caciocavalli, uno diverso dall'altro e dal gusto così ricco eppure delicato, qual è la storia che ciascuno porta scritta in modo indelebile per quanto misterioso sulla crosta e, soprattutto, chi ne è l'artefice.

Leggi articolo "Gambero Rosso" 2004

Il Corriere di Viterbo
Corriere di Viterbo 2000

Il Gambero Rosso premia quattro strutture del nostro comprensorio.
L'azienda biologica Fattoria Lucciano spicca nella categoria "gastronomie"
Il capogruppo Ds in consiglio comunale Antonio Sini "Ritengo che la presenza di tali aziende sulle guide contribuisca a far conoscere la nostra cittadina, anche per le produzioni gastronomiche e ricettive di ottima qualità".

Leggi articolo "Corriere di Viterbo" 2000

Alias
Alias

Per le vacche di Ovidio Profili si avvicina l'ora della mungitura. Lo scenario potrebbe essere il set ideale per uno spot pubblicitario sul biologico: quaranta vacche che pascolano su una distesa immensa di tenera erba. Hanno le corna,  quelle che in un allevamento intensivo verrebbero tagliate per facilitare il passaggio della testa attraverso le sbarre di metallo oltre le quali si trova il mangime. Lo stesso per anni, addizionato alle  ormai note farine di carne (molto proteiche e poco costose) accusate di essere portatrici del morbo della mucca pazza , vietate dal 1991 e mai utilizzate da Ovidio e da chi come luisi è sempre rifiutato di alimentare erbivori con proteine di carne.
IN INGHILTERRA, LA NAZIONE FOCOLAIO DEL MORBO DELLA BSE, NON E' STATO RISCONTRATO UN SOLO CASO DI MUCCA PAZZA TRA QUEI CAPI ALLEVATI CON IL METODO BIOLOGICO.

Leggi articolo "ALIAS" 2000

Il Messaggero (1999)
Il Messaggero (1999)

Uova e polli alla diossina, mucca pazza e la mancanza di controlli severi sui prodotti da tavola hanno fatto crescere una valida alternativa ai consumatori che cercano cibi sani e genuini.
Nella bassa Tuscia c'è la Fattoria Lucciano che è in sintonia con l'ambiente e lavora solo sull'agricoltura biologica. Un'azienda di 170 ettari che è diventata in poco tempo meta preferita dei consumatori del genuino.

Leggi articolo "IL MESSAGGERO" 1999

Informatore zootecnico
Informatore zootecnico

Una delle domande che ci si pone spesso quando ci troviamo di fronte a realta agricole di una certa dimensioneè la seguente:una moderna azienda agricola zootecnica può coniugare efficienza economica e tutela dell'ambiente? In prima analisi la risposta potrebbe essere negativa, visto che efficienza economica significa crescente impiego di tecnologie ed input produttivi che spesso comportano un grave impatto sull'ambiente.
Tuttavia ciò non è sempre vero, e la riprova di tale eccezione scaturisce dalle impressioni ricevute in seguito alla visita dell'azienda agricola Fattoria Lucciano.

Leggi articolo "INFORMATORE ZOOTECNICO" 1998

La Razza Bruna
La Razza Bruna

Una delle tante doti che possono essere attribuite alla razza bruna è senza dubbio la versatilità.
E' nell'allevamento estensivo che vengono esaltate le doti di rusticità della razza dotata di arti forti e robusti [...].  
La grande versatilità della razza consente alla Fattoria Lucciano di coniugare efficienza economica e tutela dell'ambiente.

 

Leggi articolo "LA RAZZA BRUNA" 1997